L’ambiente mobilita la gioventù europea

pubblicato 16.11.2021

Scopri le video interviste dell’evento annuale 2021

 

 

Il concorso di storytelling « Viviamo nel territorio ALCOTRA, raccontiamo 30 anni di cambiamenti climatici » - Edizione giovani ha suscitato diverse riflessioni su temi come l’ambiente e la gioventù europea. In occasione dell’evento di comunicazione del concorso ad Annecy, il 20 ottobre 2021, la giovane volontaria Interreg Chiara Ferri ha intervistato i partecipanti.

Valeria Cenacchi, rappresentante del programma Interreg ALCOTRA alla Commissione Europea, spiega come la Commissione sta agendo sul cambiamento climatico, una questione trasversale che riguarda tutti i settori e tutti i paesi dell'Unione Europea. Cenacchi parla inoltre di come i giovani, che saranno celebrati durante l'anno della gioventù 2022, possono diventare attori dell'Europa.

« Il nostro presidente l'ha detto: il prossimo anno sarà l'anno dei giovani, perché non possiamo farlo senza di loro ».

 

Nicolas Plain, scienziato e esperto delle Alpi, parla del suo ruolo di ambasciatore della SUERA e del coinvolgimento attivo dei giovani nella ricerca di soluzioni concrete ai problemi posti dal cambiamento climatico.

"È la generazione dell’azione, che cercherà di mettere in pratica le soluzioni, che ci spingerà ad agire, che spingerà tutte le generazioni ad agire, e implementerà le giuste soluzioni, concrete, locali e replicabili".

 

 

Véronique Veyrat, responsabile di Interreg Francia-Italia ALCOTRA, spiega come il Programma considera i giovani un target prioritario e come saranno coinvolti in progetti di sensibilizzazione su temi come l'ambiente, l'inclusione sociale e la formazione.

"È molto importante mobilitare i giovani sui temi dell'ambiente e dell'arte".


Il piano comunicazione del Programma, elaborato all’inizio del periodo 2014-2020, ha identificato diversi destinatari verso cui orientare azioni spefiche: i beneficiari e il pubblico generale.

In continuità con le attività iniziate con le scuole per l’evento annuale 2017, i giovani erano i destinatari dell’azione di comunicazione condotta nell’anno scolastico 2020-2021 : il concorso di storytelling «VIVIAMO NEL TERRITORIO ALCOTRA, RACCONTIAMO 30 ANNI DI CAMBIAMENTI CLIMATICI» - EDIZIONE GIOVANI!

Questo evento è stata un’occasione di scambio con i giovani, uno dei target privilegiati del Programma che, peraltro, ha finanziato nel periodo 2014-2020 diversi progetti aventi i giovani come destinatari finali, pubblico trasversale di diversi assi d’intervento.
Tra i progetti esemplari :

Asse 4 : Servizi sanitari e sociali

Territorio : Alpes-de-Haute-Provence, Alpes-Maritimes, Cuneo, Imperia, Valle d’Aosta

Il progetto mira a riconfigurare parte dei servizi sanitari e sociali per i giovani dagli 11 ai 25 anni e le loro famiglie.

Asse 4 : Educazione e formazione professionale

Territorio : Haute-Savoie, Valle d’Aosta

Questo progetto consiste nella realizzazione di una residenza giornalistica transfrontaliera in otto scuole (medie e superiori). L'obiettivo è promuovere una cittadinanza attiva con una prospettiva particolare sulla gioventù del territorio transfrontaliero.

Asse 4 : Educazione e formazione

Territorio : Auvergne Rhône-Alpes, Piemonte

I partner istituiranno due corsi di formazione rivolti rispettivamente ai giovani professionisti del settore e agli utenti delle scuole. L'obiettivo del progetto è quello di promuovere l'industria cinematografica transfrontaliera.

Asse 3 : Patrimonio naturale e culturale

Territorio : Alpes-de-Haute-Provence, Piemonte, Sud Provence-Alpes-Côte d'Azur

Nell'ambito di questo progetto, il concorso "Scuola per giovani agricoltori di montagna" seleziona 5 giovani per permettere loro di seguire un corso di formazione specifico finalizzato alla creazione di nuove attività produttive sostenibili in montagna.


La tematica scelta per il concorso di storytelling «VIVIAMO NEL TERRITORIO ALCOTRA, RACCONTIAMO 30 ANNI DI CAMBIAMENTI CLIMATICI» - EDIZIONE GIOVANI! è l’ambiente e le sfide poste dall’adattamento ai cambiamenti climatici. Diversi progetti ALCOTRA si concentrano su questa tematica.

Scopriamone alcuni insieme :

  • Il piano integrato tematico strategico BIODIV’ALP, focalizzato sulla biodiversità e che riunisce le cinque regioni italiane e francesi del programma (le Regioni Sud Provence-Alpes-Côte d'Azur, Liguria, Auvergne-Rhône-Alpes, Piemonte et Autonoma della Valle d’Aosta). Questo piano, articolato in 5 progetti e con un budget totale di 8,9M€, ha lo scopo di favorire una gestione trasfrontaliera degli ecosistemi alpini attraverso la condivisione dei piani di gestione delle specie e degli habitat, dei dati e dei protocolli di sorveglianza e dei database in una logica trasfrontaliera. Ha inoltre intrapreso azioni pilota di continuità ecologica, attività di comunicazione sulla biodiversità e servizi ecosistemici ed il censimento degli abitanti minacciati dall’impatto dei cambiamenti climatici sulle speci esogene e delle misure di protezione da privilegiare.
  • Il progetto semplice d’innovazione applicata e di efficienza energetica : A2E, Alpi Efficienza Energetica, promosso dal Conseil d'Architecture d'Urbanisme et de l'Environnement de Haute-Savoie, si inserisce nel quadro della politica « energia-clima » dell’Unione europea e mira ad aumentare del 20% l’efficacia energetica degli edifici pubblici. L'obiettivo principale del progetto è quello di condividere e capitalizzare l'esperienza sugli edifici pubblici a basso consumo energetico costruiti recentemente nelle Alpi e di misurare i risultati raggiunti in termini di efficienza energetica al fine di identificare i problemi e le aree di miglioramento.
  • CLIMAERA e EAU CONCERT 2 : due progetti centrati uno sulla qualità dell’aria e l’altro su quella dell’acqua. L’obiettivo era, per Climaera, quello di elaborare delle raccomandazioni per diminuire i gas a effetto serra e inquinanti e per Eau concert 2 quello di restaurare e proteggere gli ecosistemi acquatici trasfrontalieri. I due progetti hanno cercato di comprendre meglio i freni del pubblico generale nei riguardi dei cambiamenti dei comportamenti per quanto riguarda un’attitudine più sostenibile et definire i messaggi e gli strumenti più adatti per rispondervi.

LEGGI ANCHE: