Sono un beneficiario italiano, a chi devo richiedere il CUP (Codice Unico di Progetto)?

Ciascun beneficiario italiano deve procedere con la generazione di un proprio codice CUP.

La richiesta del CUP è obbligatoria per gli interventi rientranti nella programmazione dei Fondi Europei.

Ai sensi della delibera CIPE n. 45/2011 allegato 1, si può affermare che:

  • non esiste il “CUP del progetto” ma ne devono esistere tanti quanti sono i partner italiani del progetto;
  • ogni CUP deve essere generato per la quota parte di finanziamento pubblico spettante al partner italiano al quale è riferito;
  • nel caso in cui un ente privato italiano è partner ed il capofila è un ente pubblico italiano, l’ente pubblico italiano provvederà alla richiesta del CUP per sé stesso e per ognuno degli enti privati italiani che partecipano al progetto;
  • nel caso in cui un ente privato italiano è capofila deve creare un CUP per sé stesso e uno per ognuno degli altri enti privati italiani che partecipano al progetto ma mai per un ente pubblico;
  • nel caso in cui un ente privato italiano è partner ed il capofila è francese, l’ente privato italiano deve procedere direttamente alla richiesta del CUP per la propria quota parte;
  • l’ente pubblico italiano deve generare il CUP sempre e comunque per la propria quota parte di finanziamento.

Riassumendo, non deve mai esistere un CUP globale di tutto il progetto ALCOTRA e mai nessun ente può utilizzare il CUP emesso per la quota parte di un altro ente partner.

Per la richiesta del CUP si rimanda ai siti internet del Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica http://cupweb.tesoro.it/CUPWeb/ e http://www.programmazioneeconomica.gov.it/.