Il ciclo di vita di un dossier di candidatura

Tipologie di progetti

Il programma ALCOTRA accompagna due tipi di progetti: progetti semplici e piani integrati.

Per ulteriori informazioni sui progetti semplici

Per ulteriori informazioni sui piani integrati: PITEM/PITER 

Il ciclo di vita di un progetto

Il ciclo di vita di un progetto si articola in diverse tappe che vanno dalla concezione all’impatto finale. Approfondisci cliccando sulle fasi qui di seguito: 

Queste indicazioni sono di ordine generale. Si consiglia vivamente di scaricare e leggere attentamente i documenti ufficiali del programma:

Scarica le diverse schede tecniche concepite per aiutarti a progettare, presentare, sviluppare, implementare e chiudere un progetto. Queste schede saranno regolarmente aggiornate ed arricchite.

Il ciclo di vita di un dossier di candidatura

Ecco i dettagli delle diverse fasi della vita di un progetto :

IDEA COERENTE CON IL PROGRAMMA

ELIGIBILITA’

Avete un progetto? Alcotra puo’ finanziarlo a condizione che :

1. Siate un ente pubblico, una PMI, un centro di formazione, un’ università, un centro di ricerca, un’associazione, un parco naturale, un’associazione di categoria, un polo tecnologico, un cluster…

2. Con sede :

  • Nel Dipartimento delle Alpi dell’Alta Provenza, Alte-Alpi, Alpi Marittime, Savoia e Alta Savoia
  • Nella Regione Autonoma della Valle d’Aosta, Provincia di Imperia (Liguria), Provincia di Cuneo e Città Metropolitana di Torino (Piemonte).

3. Il progetto sia coerente con la strategia del programma ed abbia un evidente carattere transfrontaliero

Il carattere transfrontaliero è il perno del programma Alcotra ed è valutato secondo diversi criteri :

  • il valore aggiunto transfrontaliero: vantaggio di un lavoro comune e transfrontaliero nell’ambito di un argomento o un tema specifico, rispetto a una realizzazione separata ed esclusivamente nazionale;
  • il tenore degli impatti previsti sui due versanti della frontiera;
  • il grado di integrazione delle soluzioni realizzate sui due versanti della frontiera: intensità dei rapporti di cooperazione tra partner nelle diverse fasi, dall’idea alla realizzazione del progetto;
  • il perdurare dei risultati e delle soluzioni trovate anche dopo la conclusione del progetto.
Chiudi

INDIVIDUAZIONE DEI PARTNER FRANCESI ED ITALIANI

ALMENO DUE PARTNER

Ogni progetto deve associare minimo un partner italiano ed uno francese. I partner devono scegliere un capofila che rappresenti il partenariato. I partner sono uniti da una convenzione di cooperazione. Il progetto può eventualmente coinvolgere altri partner fuori dalle zone ammissibili a determinate condizioni.

Chiudi

DEFINIZIONE DEL PROGETTO E PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA’

La definizione di un progetto inizia con una fase di diagnosi e di analisi. Durante questa fase, la situazione attuale è studiata per sviluppare una visione dello stato futuro desiderato e condiviso da tutto il partenariato.

Si consiglia di utilizzare il quadro logico come aiuto alla definizione del progetto

Il quadro logico è una matrice che descrive gli aspetti più importanti di un progetto in termini di risultati attesi e attività  previste per raggiungerli, mettendone in risalto la struttura logica e la pianificazione ma anche il rispettivo peso nel budget del progetto.
Il quadro logico è utile per gerarchizzare gli obiettivi del progetto (descrizione del progetto e logica di intervento); i fattori chiave esterni che influenzano la riuscita del progetto (ipotesi); la metodologia di monitoraggio e di valutazione del progetto (indicatori e sorgenti di verifica).
L’Europa ha messo al centro della programmazione europea 2014-2020 una forte esigenza di valutazione delle sue attività. In quest’ottica, ad ogni obiettivo specifico del programma Alcotra 2014-2020 corrispondono determinati indicatori di risultato che permettono di fissare gli obiettivi da raggiungere e di misurare la realizzazione concreta del programma. Il capitolo 13 della Guida di Attuazione, indica per ogni OS gli indicatori di risultato attesi.
In questo contesto, ogni progetto deve contribuire agli indicatori di risultato del programma. Si consiglia pertanto di far emergere in che modo le attività principali di un progetto alimentano il sistema di indicatori che devono, quindi, essere quantificabili.

Chiudi

DEPOSITO DEL PROGETTO

Il deposito dei progetti si effettua esclusivamente attraverso la piattaforma digitale « Synergie CTE».

Per partecipare ad un bando, il capofila inoltra la propria candidatura attraverso il sistema « Synergie CTE».

Al fine di aiutare i candidati a depositare il dossier di candidatura, è stata realizzata una guida all’utilizzo della procedura di deposito della candidatura su « Synergie CTE».  La guida indica anche i risultati attesi con riferimento ai diversi paragrafi e capitoli del formulario.

Questa guida permette ai partecipanti di avere una visualizzazione del formulario che sarà generato automaticamente a partire dalle informazioni caricate capitolo per capitolo. Inoltre, il dossier di candidatura prevede una serie di allegati obbligatori che devono anch’essi essere caricati su « Synergie CTE». (vedere la Guida di Attuazione, pag. 56).

Alcuni modelli di allegati sono disponibili qui sopra, conformemente alla Guida di Attuazione ALCOTRA.

Ogni sezione del formulario Synergie deve essere compilata in italiano ed in francese.

Chiudi

ISTRUTTORIA

Le principali fasi dell’istruttoria sono :

1. Ricevibilità amministrativa ed eleggibilità formale

  • Verifica di tutte le informazioni relative alla corrispondenza del formulario e della descrizione tecnica nelle due lingue (italiano e francese);
  • Verifica dell’eleggibilità territoriale dei partner;
  • Verifica dell’ammissibilità del progetto con riferimento all’obiettivo specifico e della completezza degli allegati  obbligatori.

 

2. Valutazione della qualità strategica e della fattibilità operativa :

Qualità strategica :
  • Coerenza interna del progetto
  • Coerenza con il programma
  • Carattere transfrontaliero
  • Coerenza del partenariato
  • Livello di cooperazione ed integrazione
  • Impatto transfrontaliero
  • Continuità
Fattibilità operativa :
  • Coerenza del piano delle attività e delle spese per le attività
  • Conformità del budget
  • Aiuti di stato

 

3. Istruttoria tecnica, economica ed ambientale :

L’istruttoria tecnica verte su :
  • Fattibilità tecnica/amministrativa e pertinenza dei mezzi messi a disposizione
  • Coerenza della tabella di marcia per la realizzazione
  • Coerenza ed integrazione rispetto alle politiche nazionali, regionali e locali
  • Coerenza degli obiettivi/azioni
  • Coerenza del partenariato
L’istruttoria economico finanziaria verte su :
  • Coerenza dei costi
  • Capacità economica e finanziaria dei partner
  • Applicazione del regime di aiuti di stato (verifica della conformità del regime scelto con il piano di finanziamento)

 

L’istruttoria ambientale verte sulla conformità delle proposte progettuali con le politiche e la normativa europea, nazionale e regionale in materia ambientale.

 

Chiudi

ESAME DA PARTE DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA: SELEZIONE DEI PROGETTI

Il comitato di sorveglianza (CS) si pronuncia su ogni candidatura presentata dall’Autorità di gestione in base alla sintesi dei pareri e delle osservazioni formulate dai diversi servizi istruttori ed alla proposta di selezione fatta dal Comitato Tecnico Istruttorio. Le decisioni del Comitato di Sorveglianza sono prese per consenso.

Il CS effettua la selezione dei progetti. 

La lista dei progetti ammessi a finanziamento è pubblicata sul sito internet del programma ALCOTRA.

Chiudi

NOTIFICA E CONVENZIONE

La decisione del Comitato di Sorveglianza viene comunicata dall’autorità di gestione (AG) al capofila di ogni progetto. Se la candidatura viene ammessa al finanziamento, nella notifica é indicato il piano di finanziamento approvato.

Dopo la notifica, l’AG trasmette la Convenzione di assegnazione della sovvenzione FESR, che deve essere firmata dall’AG e dal capofila del progetto.

Detta convenzione definisce le modalità di versamento del finanziamento FESR, oltre che gli obblighi del capofila relativamente alla realizzazione delle attività, dei controlli e della pubblicità. Essa precisa inoltre gli impegni dei partner in relazione al progetto.

Chiudi

RICHIESTA DI ANTICIPO

Entro tre mesi a decorrere dalla data di notifica, il capofila deve trasmettere all’Autorità di Gestione, ed in copia al Segretariato Congiunto, la comunicazione in cui attesta l’inizio delle operazioni e la data di inizio delle attività. Con la stessa comunicazione può richiedere il versamento dell’anticipo del 10 % del contributo FESR.

Chiudi

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Al ricevimento della notifica, i partner possono cominciare a realizzare le attività e a contabilizzare le spese effettuate nell’ambito del progetto.

Per l’intera durata del progetto e durante la realizzazione dello stesso, i partner devono tenere una contabilità separata e specifica del progetto, relativa alle attività proprie a quest’ultimo. Questo tipo di contabilità garantisce un riscontro regolare sulle spese e sui giustificativi necessari nei confronti del controllore del primo livello, del capofila e dell’autorità di gestione.

Per maggiori informazioni, consultare la Guida di Attuazione.

Chiudi

VERIFICA DEI GIUSTIFICATIVI PRESENTATI E DEL RISPETTO DEGLI OBBLIGHI REGOLAMENTARI

A seguito del ricevimento di ogni dichiarazione di spesa, il servizio controllore deve :

  • Controllare ogni spesa dichiarata con riferimento  alle spese previste contenute nel dossier di candidatura;
  • Indicare l’importo dedotto  nella casella prevista a questo scopo su Synergie CTE ;
  • Riportare negli spazi previsti a questo scopo su Synergie CTE i motivi che l’hanno portato a non certificare una spesa, sia parzialmente sia totalmente.

I beneficiari devono conservare e tenere a disposizione tutti i documenti giustificativi delle spese e tutti i giustificativi attestanti il pagamento effettivo e definitivo fino al 31 dicembre 2026 e, in ogni caso, per un periodo di almeno tre anni seguenti il pagamento del saldo del programma da parte della Commissione europea.

Chiudi

VERIFICA DELL’EFFETTIVA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Oltre alla certificazione delle spese ed alla verifica dell’avanzamento  concreto delle attività, i partner del progetto dovranno sottoporsi a dei controlli specifici, realizzati dalle amministrazioni coinvolte o interessate all’attuazione del programma ALCOTRA.

Questi controlli sono destinati principalmente ad assicurare la veridicità delle prestazioni e del rispetto degli obblighi di pubblicità.

Chiudi

SALDO DELLA SOVVENZIONE AL BENEFICIARIO

Le richieste di liquidazione sono trasmesse dal capofila. L’Autorità di Gestione effettua il pagamento del FESR direttamente al capofila sulla base delle spese certificate (esclusi gli anticipi). Quest’ultimo dispone di un termine di 30 giorni per versare la quota spettante a ciascun partner.

I versamenti sono effettuati nel seguente modo :

  • Un anticipo del 10% sull’importo totale della quota FESR del progetto: sulla base della lettera del capofila attestante l’inizio delle attività inviata all’AG e richiedente l’anticipo
  • Gli acconti: per i progetti il cui importo totale FESR non supera i 200.000 euro, è previsto il versamento di massimo due acconti. Il capofila può richiedere il versamento dal momento in cui le spese certificate raggiungono il 40% e successivamente il 70 % dell’importo totale del FESR del progetto.

Per i progetti il cui importo totale FESR è superiore a 200.000 euro, il capofila effettua la richiesta di acconti in funzione delle spese certificate, vale a dire che ogni acconto deve corrispondere a un importo di spese certificate uguale o superiore al 20% dell’importo totale FESR del progetto;

  • Il saldo: la richiesta di saldo è trasmessa dal capofila. Il saldo FESR è calcolato per l’intero progetto, tenendo conto delle spese realizzate da tutti i partner, del tasso  di intervento indicato nella convenzione FESR, delle contropartite nazionali pubbliche effettivamemente versate dai partner francesi e degli eventuali profitti e  sanzioni.
Chiudi

CHIUSURA DEL DOSSIER

La procedura di chiusura è avviata a partire dalla data di conclusione delle operazioni prevista dalla convenzione FESR o dalle sue clausule aggiuntive. I documenti di chiusura definiti dal capofila e dai partner sono inviati tramite la piattaforma Synergie CTE.

Alla chiusura del progetto e senza pregiudizio nell’applicare eventuali penali o correzioni finanziarie, il saldo è calcolato per ogni beneficiario sulla base dell’importo delle spese definitivamente certificate dal servizio incaricato del controllo.

È necessario trasmettere un rapporto finale di esecuzione del progetto. Si tratta di un rapporto tecnico che descrive l’insieme delle attività e dei prodotti realizzati e che mette in evidenza i risultati ottenuti.

Il rapporto deve essere unico per l’intero partenariato del progetto. Il testo deve imperativamente essere redatto in lingua italiana e francese.

Chiudi

Reclami

Potete inviare eventuali reclami e richieste di chiarimenti inerenti il vostro progetto a: alcotra@auvergnerhonealpes.eu 

Chiudi