Torna alla lista dei progetti finanziati

Mi.Mo, Miniere di Montagna

Status
in corso
Tematica
Patrimonio naturale e culturale
Data di inizio attività
05/04/2017

Localizzazione
Savoia, Valle d’Aosta

Sommario

Il territorio interessato dal progetto è caratterizzato da un importante patrimonio naturale ed è considerato “zona di montagna”. È, pertanto, necessaria una particolare attenzione per evitare lo spopolamento delle zone marginali e contenere i cambiamenti climatici che lo penalizzano fortemente. La principale attività economica è rappresentata dal turismo di montagna. Negli ultimi anni, peraltro, si assiste all’aumento di una domanda rivolta verso la scoperta culturale e verso la destagionalizzazione: il patrimonio minerario riveste dunque un’importanza capitale.

Il progetto tende, quindi, alla creazione di una rete territoriale transfrontaliera per la messa a sistema di un’offerta turistico-culturale legata proprio al patrimonio minerario in un’ottica di sviluppo sostenibile. Tale rete avrà lo scopo di permettere alle comunità locali coinvolte di riappropriarsi del patrimonio architettonico, storico, culturale e ambientale, costituito dalle miniere, ad oggi pressoché dimenticato e poco fruibile.

Benché, già da tempo, la Valle d’Aosta e la Savoia abbiano investito nella salvaguardia dei siti minerari e che le comunità locali ne richiedano fortemente la valorizzazione, la loro gestione presenta ancora comuni problematiche.

Il progetto vuole dunque essere un mezzo per la fruizione di tale patrimonio trasformando ciò che generalmente è percepito come elemento negativo in un punto di forza da promuovere, allo stesso livello delle altre risorse alpine.

Beneficiari


Capofila

Regione Autonoma Valle d’Aosta

Altri beneficiari

Comune di Cogne
Conseil Départemental de la Savoie
Commune de Saint-Michel de Maurienne
Commune de Saint-Georges d’Hurtières
Commune de La Plagne Tarentaise
Radio Fond de France

Contatta il responsabile del progetto

Regione Autonoma Valle d’Aosta

Ciffre chiave :

 

Budget totale

Budget FESR

Contropartite

ITALIA

1 700 000

 1 445 000

255 000

FRANCIA

 850 000

722 500

127 500

TOTALE

2 550 000

2 167 500

382 500

Attività, impatti, risultati :

Le attività di progetto sono caratterizzate da una forte componente immateriale, ma anche da importanti interventi infrastrutturali, tra cui il recupero materiale e la messa in sicurezza dei siti minerari, essenziali per valorizzare in maniera sostenibile questo patrimonio e incrementarne l’attrattività turistica.

Le principali attività sono pertanto la creazione del Museo del Parco minerario valdostano, la musealizzazione del sito minerario di Cogne, il rinnovamento delle scenografie dei musei dell’Espace Alu e del Grand Filon e l’apertura di un percorso esterno nel Comune di La Plagne Tarentaise.

Per garantire la sostenibilità degli interventi, sarà realizzata una metodologia di qualità turistica (Ciclo di Qualità) a supporto dell’attività di valorizzazione dei siti minerari. Il Ciclo di Qualità, definito in una Carta di qualità turistica standardizzata, sarà testato e validato sui siti minerari del progetto, diffuso presso le amministrazioni pubbliche transfrontaliere, e più in generale europee, nonché a nuovi siti minerari interessati ad una qualificazione turistica.

Presentazione del progetto Mi.Mo. a Chambéry

09Feb2018