Torna al Piano

Far conoscere

Status
in corso
Tematica
Patrimonio naturale e culturale
Data di inizio attività
15/01/2019

Localizzazione
Alpi Marittime, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta

Sommario

Il progetto FAR CONOSCERE presenta al pubblico generalista, ai giovani, alle imprese e ai professionisti, il patrimonio sconosciuto dei territori di confine tra Francia e Italia grazie alla digitalizzazione di un gran numero di documenti precedentemente sconosciuti. Il patrimonio, così scoperto, sarà meglio conosciuto e aiuterà la promozione dei territori da parte dei giovani, nonché degli attori culturali e turistici.

Obiettivi:

  • Rendere noto il valore l'estensione e la specificità del patrimonio culturale materiale e immateriale franco-italiano sconosciuto
  • Conservare e proteggere il patrimonio culturale attraverso la digitalizzazione
  • Rendere accessibile, visibile e utile il patrimonio immateriale poco noto

La valorizzazione del ricco patrimonio sconosciuto è un elemento importante per il territorio transfrontaliero franco-italiano. Questo aiuta a garantirne l'immagine e l'identità. Gli attori saranno così in grado di promuovere la cultura comune e le risorse patrimoniali e paesaggistiche.

Tutti i partner francesi e italiani sono convinti che la cooperazione transfrontaliera sia la risposta più efficace per valorizzare e far conoscere il patrimonio comune del territorio ALCOTRA.

Beneficiari


Capofila

Ville de Nice

Altri beneficiari

Région Piémont
Région Autonome de la Vallée d’Aoste
Région Ligurie
GIP Fipan

Contatta il responsabile del progetto

Ville de Nice

Cifre chiave:

 

Budget totale

Budget FESR

Contropartite

ITALIA

850 000

722 500

127 500

FRANCIA

799 260

679 371

119 889,01

TOTALE

1 649 260 €

 1 191 590,36

247 389,01

Attività, Impatti e Risultati:

Il progetto prevede l'implementazione di una soluzione informatica: dalla digitalizzazione del patrimonio alla sua valorizzazione. Un supporto di conservazione, ma anche un vettore di scambio e comunicazione ad uso degli operatori turistici, informatici (le startup,i ricercatori / gli sviluppatori), dell'istruzione e dei cittadini. Ciò consente l'appropriazione, la condivisione e lo scambio del patrimonio culturale transfrontaliero nonché la sua promozione.
Tutto ciò è possibile grazie al finanziamento del programma ALCOTRA, affinché il nostro patrimonio risplenda nel tempo, con un pubblico numeroso sempre più connesso e desideroso di conoscere le ricchezze dei nostri territori.