Torna alla lista dei progetti finanziati

ECO-BATI

Status
in corso
Tematica
Economia a bassa emissione di carbonio
Data di inizio attività
02/05/2017

Localizzazione
Alpi Marittime, Cuneo, Imperia

Sommario

L’obiettivo generale del progetto è il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici pubblici sul territorio transfrontaliero attraverso la diffusione di nuovi modelli di bioedilizia fondati sulla valorizzazione delle risorse e delle filiere locali.

Il progetto fornisce un supporto all’edilizia fortemente colpita dalla crisi economica di questi ultimi anni e favorisce una riconversione di questo settore in termini di innovazione e sostenibilità ambientale.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • il rafforzamento delle filiere locali transfrontaliere per la produzione di eco-materiali impiegabili in bioedilizia per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici pubblici;
  • l'incremento dell’adozione di procedure innovative di appalto pubbliche (Green Public Procurement) e sistemi di verifica e misura delle prestazioni energetiche degli edifici pubblici;
  • l'incremento del numero di imprese italiane e francesi che utilizzano eco-materiali e materiali innovativi provenienti dalle filiere transfrontaliere e dall’applicazione delle tecnologie innovative di informazione e comunicazione per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici.

Beneficiari


Capofila

Camera di Commercio di Cuneo

Altri beneficiari

Chambre de Métiers et de l’Artisanat des Alpes Maritimes
Camera di Commercio Riviere di Liguria
Environment Park SPA
Chambre de Commerce Italienne Nice Sophia Antipolis Cote d’Azur
Groupement d’Intérêt Public pour la Formation et l’Insertion Professionnelles de l’Académie de Nice
Langhe Monferrato Roero – Società consortile a responsabilità limitata – Agenzia di sviluppo del territorio
Comune di Boves

Visita il sito internet

https://www.facebook.com/ecobatiproject/

Contatta il responsabile del progetto

Camera di Commercio di Cuneo

Ciffre chiave :

 

Budget totale

Budget FESR

Contropartite

ITALIA

 1 159 947,30

 985 955,20

 151 459,96

FRANCIA

 641 294,00

 545 099,90

 78 062,40

TOTALE

1 801 241,30 €

 1 531 055,10

229 522,36

Attività, impatti, risultati :

L’attività progettuale si sviluppa su tre temi principali: il rafforzamento della cultura edilizia transfrontaliera, la validazione di una metodologia EcoBati basata sullo sviluppo di criteri di premialità ambientali e la condivisione delle conoscenze attraverso azioni di comunicazione, divulgazione e sensibilizzazione. 

Particolare attenzione verrà dedicata alle filiere locali edili transfrontaliere: grazie alla definizione, analisi e identificazione di prodotti locali senza certificazione ambientale, nonché attraverso la definizione di prodotti eco-compatibili per attività edili e allo sviluppo di uno schema di premialità EcoBati per eco-materiali.

Le azioni di comunicazione rappresentano una parte importante del progetto, attraverso una informazione particolare nei confronti delle imprese del settore e dei tecnici delle pubbliche amministrazioni. Altre attività coinvolgono il pubblico generalista con campagne di sensibilizzazione su questo tema.

Interessante anche la fase di sperimentazione del progetto che prevede la realizzazione di quattro cantieri pilota sia a carattere dimostrativo che come incentivo per l’adozione di eco-materiali. Tutte le fasi dei lavori verranno documentate attraverso video e foto che verranno poi divulgati in forma di materiale e-learning con l’obiettivo di promuovere le conoscenze acquisite.

I principali risultati attesi del progetto:

  • Un aumento delle certificazioni ambientali di prodotto all’interno delle filiere locali transfrontaliere;
  • La formazione del personale tecnico delle pubbliche amministrazioni affinché possa raggiungere adeguate competenze professionali per la gestione delle procedure di Green Public Procurement;
  • Il coinvolgimento delle imprese affinché possano acquisire adeguate competenze per l’utilizzo di eco-materiali prodotti dalle filiere locali transfrontaliere.

Lancio e presentazione del progetto

19Mag2017

Newsletter n°1

18Nov2018