Torna alla lista dei progetti finanziati

e-Res@mont, applicazioni di medicina di montagna attorno al Monte Bianco

Status
in corso
Tematica
Servizi sociosanitari
Data di inizio attività
04/07/2016

Localizzazione
Alta Savoia, Valle d’Aosta

Sommario

E-Rés@mont ha per obiettivo di aumentare la sicurezza sanitaria in montagna attraverso lo sviluppo, l'implementazione e la promozione di servizi di medicina di montagna innovativi e di prossimità, basati sulle tecnologie della telemedicina e del teleconsulto e rivolti a residenti, turisti e professionisti della montagna.

Rinforzando i servizi sanitari dei territori più isolati, il progetto contribuisce alla sfida del contrasto allo spopolamento delle aree periferiche, migliorando così l'attrattività dei territori e favorendo, al contempo, un auspicato maggior afflusso turistico.

Il progetto permetterà inoltre di mettere all’opera delle pratiche per la prevenzione ed il trattamento delle patologie legate all’elevata altitudine. In particolare, l’attenzione si rivolgerà al mal di montagna, alle medicazioni per il trattamento dell’assideramento e alla realizzazione di uno studio sulle risposte fisiopatologiche all’alta quota e ad un altro studio genetico legato alla performance degli atleti partecipanti a percorsi competitivi di resistenza ad alta quota.

 

Beneficiari


Capofila

AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE VALLE D'AOSTA

Altri beneficiari

Fondazione Montagna sicura
Istituto di formazione e di ricerca sulla medicina di montagna
Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto di Fisiologia Clinica

Contatta il responsabile del progetto

AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE VALLE D'AOSTA

CIFRE CHIAVE

 

Budget totale

Budget FEDER

CONTROPARTITE PUBBLICHE

ITALIA

694 609,94

590 418,45

104 191,49

FRANCIA

230 671,5

196 070,78

34 600,72

TOTALE

925 281,44

786 489,23

138 792,21

 

ATTIVITÀ, IMPATTO, RISULTATI:

La medicina di montagna è, evidentemente, il denominatore comune di tutte le attività realizzate. Concretamente, e-res@mont permetterà di:

  • sviluppare e testare un modello di assistenza sanitaria basato su un servizio di telecooperazione e teleconsulto virtuale rivolto sia agli abitanti delle valli laterali che alle persone che frequentano la montagna in maniera episodica (turisti, escursionisti, alpinisti, ecc.); 
  • realizzare un'App che permetta l'accesso, in qualsiasi momento e anche senza connessione internet, ad un contenuto informativo sul male acuto di montagna, a dei questionari per l'auto-valutazione del proprio stato di salute e a diverse informazioni sui numeri da contattare in caso di urgenza;
  • Rinforzare e allargare la rete di prossimità della medicina di montagna in modo da migliorare la risposta alle reali necessità epidemiologiche dei territori transfrontalieri del Monte Bianco
  • Sviluppare un modello di formazione condiviso e comune per gli operatori coinvolti nel servizio di teleconsultazione
  • Mettere all’opera delle nuove offerte sanitarie di medicina di montagna a distanza che permettano di ridurre il ricorso ai servizi d’urgenza, di contribuire alla riduzione del fenomeno di spopolamento delle zone isolate e di aumentare l’attrattività turistica del territorio
  • sviluppare una maschera buccale, ossia un dispositivo individuale non farmacologico, per trattare il mal di montagna acuto;
  • Testare l’efficacia di un trattamento medico per trattare l’assideramento che già fa parte degli strumenti terapeutici utilizzati in montagna (sildenafil – VIAGRA)
  • condurre uno studio fisiopatologico sulla risposta all'alta quota nei soggetti con patologie cardiovascolari e cerebrovascolari;
  • realizzare uno studio genetico sulle conseguenze, a breve e lungo termine, di livelli prolungati di stress e mancanza di sonno in atleti di endurance, in particolar modo quelli coinvolti nella grandi competizioni che si svolgono in quota (Tor des Géants, Ultra Trail du Mont-Blanc);
  • effettuare uno studio epidemiologico con lo scopo di comprendere l'entità dei disturbi legati all'alta quota fra coloro che, non solo per motivi strettamente associati ad attività sportiva agonistica ma semplicemente per turismo, escursionismo, alpinismo amatoriale e lavoro, hanno l'occasione si soggiornare in altitudine e valutare l'influenza esercitata dallo stile di vita e dai fattori di rischio individuali sullo sviluppo di mal di montagna.

Durante tutto il suo sviluppo il progetto sarà accompagnato da numerose attività di promozione, divulgazione e formazione rivolte sia ai professionisti della montagna sia al grande pubblico. 

 

* E-Rés@mont si avvale, inoltre, della collaborazione di due partner svizzeri:

  1. GRIMM (Groupement d'Intervention Médicale en Montagne)
  2. HES-SO (Haute Ecole de Gestion et Tourisme - HES-SO Valais-Wallis)

Prima formazione sulla medicina di montagna e sull'impiego del teleconsulto a distanza

La prima delle 5 sessioni di formazione ha luogo a Courmayeur, presso la sede della Fondazione Montagna Sicura, ed è dedicata ai volontari delle corse in montagna. Le formazioni, tenute dai medici esperti in medicina di montagna dell'AUSL Valle d'Aosta, del CNR-IFC di Pisa e dell'Ifremmont di Chamonix, prevedono una sessione teorica sul Mal di Montagna e 3 atelier pratici dedicati al trattamento di alcune delle principali patologie legate alla frequentazione della montagna. Le esercitazioni sono condotte anche attraverso l'impiego delle postazioni sperimentali di teleconsulto medico realizzate nell'ambito del progetto. Le successive 4 sessioni saranno dedicate al personale delle postazioni di teleconsulto, ai gestori di rifugio, alle Guide di Alta Montagna e alle Guide escursionistiche.

22Mag2017

Seconda formazione sulla medicina di montagna e sull'impiego del teleconsulto a distanza

08Giu2017

Inizia il processo di installazione e sperimentazione delle postazioni di teleconsulto medico

Le sperimentazioni hanno luogo presso 5 postazioni in Valle d'Aosta (4 rifugi alpini + 1 presidio sanitario dell'AUSL Valle d'Aosta) e 4 postazioni nel Vallese (4 rifugi alpini).

20Giu2017

Pubblicazione di un'App mobile sulla medicina di montagna

L'App sarà disponibile sia in versione Android che iOS.

30Giu2017

Inaugurazione della postazione di teleconsulto medico Espace Mont Blanc

La postazione sperimentale è gestita dalla Fondazione Montagna Sicura grazie ad un'infermiera e sarà attiva 3 giorni a settimana fino a metà settembre.

21Lug2017

Formazione sulla medicina di montagna e sulla telemedicina

La formazione si svilupperà in tre giorni, fino al 19 ottobre.

17Ott2017

Convegno finale di progetto

07Dic2017