Torna alla lista dei progetti finanziati

Borderscapes

Status
terminato
Tematica
Patrimonio naturale e culturale
Data di inizio attività
07/03/2016

Localizzazione
Alpi dell’Alta Provenza, Alpi Marittime, Cuneo, Hautes-Alpes, Torino

Sommario

Borderscapes è un percorso creativo di promozione e valorizzazione dei territori alpini transfrontalieri che coinvolge le regioni del Piemonte, in Italia, e della Provence-Alpes-Côte d’Azur, in Francia. Il progetto prevede tre tappe principali, tutte volte a raccontare la frontiera nella prospettiva di valorizzare il patrimonio naturale e culturale dei territori coinvolti:

  • la realizzazione di residenze creative che coinvolgono un gruppo di artisti italiani e francesi, organizzate congiuntamente sui valichi di confine fra l’Italia e la Francia: Valle Susa / Clarée-Briancon / Queyras / Valle Varaita / Valle Gesso / Roya;
  • la produzione di opere originali (corti-documentari, book fotografici, documentari sonori, composizioni musicali, illustrazioni) ispirate al tema della frontiera e realizzate dagli artisti coinvolti a partire dagli elementi peculiari del patrimonio naturale e culturale dei territori italiani e francesi toccati dal progetto; loro disseminazione offline e online; loro “donazione” ai servizi dei territori nell’ambito delle rispettive azioni di promozione del patrimonio;
  • l’organizzazione di eventi diffusi e momenti di animazione sui rispettivi territori (ciné-bistrot, open-days) e della seconda edizione di Spaesamenti – Incontri sul cinema del reale di confine, festival di film documentari d’autore sul tema della frontiera.

Beneficiari


Capofila

Fondazione Dravelli

Altri beneficiari

Airelles Vidéo

Visita il sito internet

http://www.borderscapes.eu

Contatta il responsabile del progetto

Fondazione Dravelli

Cifre chiave

 

Budget totale

Budget FESR

Contropartite 

ITALIA

214 623,80 €

182 430,23 €

32 193,57 €

FRANCIA

163 600,00 €

139 060,00 €

24 540,00 €

TOTALE

378 223,80 €

 321 490,23 €

56 733,57 €

 

ATTIVITÀ, IMPATTO, RISULTATI:

L’obiettivo di Borderscapes è raccontare il paesaggio della frontiera attraverso gli sguardi e le opere degli artisti coinvolti nel suo percorso creativo al fine di proporre una rilettura del patrimonio naturale e culturale dei territori transfrontalieri protagonisti del progetto. Le sue attività ruotano intorno a più momenti di animazione artistica (residenze creative, eventi, produzione di opere e loro disseminazione) che culminano nella realizzazione di opere originali - frutto del lavoro degli artisti - messe in seguito a disposizione degli enti locali per le rispettive azioni di valorizzazione del territorio. Borderscapes è la continuazione di un progetto finanziato nella precedente programmazione, Spaesamenti/Dépaysements, festival che propone al grande pubblico una selezione di film documentari d’autore, di produzione o co-produzione italiana e francese, che mettono al centro della loro riflessione il tema delle frontiere del mondo contemporaneo. Nel 2017, in Italia e in Francia, avrà luogo la sua seconda edizione, quale momento conclusivo del progetto Borderscapes.

BORDERSCAPES SI RACCONTA

Dal 7 aprile al 12 maggio 2017 Borderscapes torna protagonista sui territori transfrontalieri che uniscono l'Italia e la Francia, dalla Val Susa a Briançon, dal Queyras alla Valle Varaita fino a raggiungere la Valle Gesso e la Val Roya. Otto artisti italiani e francesi e sedici opere originali - tra film documentari, fotografie, reportage audio, musica e illustrazioni - che raccontano paesaggi e personaggi di confine, s'immergono nelle loro storie, le trascrivono e le interpretano per mettere in discussione i limiti e andare al di là delle frontiere geografiche, storiche, politiche e culturali.

07Apr2017

Il Festival Spaesamenti chiude le attività di progetto

Dal 29 giugno al 2 luglio, a Torino, si tiene la seconda edizione del Festival Spaesamenti/Dépaysements, che quest’anno coincide con la chiusura del progetto Borderscapes. Una selezione di 10 film documentari, di produzione o co-produzione italiana e francese, invitano lo spettatore ad interrogarsi sui diversi tipi di frontiere, siano esse geografiche o spirituali, che esistono nel nostro mondo contemporaneo. Durante i quattro giorni del Festival, presso gli spazi dell’Unione Culturale Franco Antonicelli, sarà inoltre possible visitare la mostra delle opere prodotte dagli artisti che collaborano al progetto Borderscapes. Le proiezioni dei film sono previste presso il Cinema Massimo.

29Giu2017