Sfide odierne e prospettive future, l'approccio sinergico alle politiche per la qualità dell'aria e del clima: conoscenze e strumenti

pubblicato 11.10.2019

Il congresso del progetto CLIMAERA del 10 ottobre a Torino

Un evento organizzato dall'ARPA Piemonte (Agenzia regionale per la protezione ambientale), partner di CLIMA'ERA, un progetto singolo finanziato nell'ambito del secondo bando del programma di cooperazione transfrontaliera ALCOTRA 2014-2020. Il progetto mira a migliorare la pianificazione territoriale delle istituzioni pubbliche per l'adattamento ai cambiamenti climatici conducendo una valutazione della qualità dell'aria, sviluppando raccomandazioni e sforzandosi di comprendere meglio i freni del grande pubblico di fronte ai cambiamenti di alcuni comportamenti che potrebbero fare la differenza.
Questo incontro è stata l'occasione per ricordare l'importanza di informare i cittadini, ma anche per formarli su questi temi che riguardano tutti noi in un periodo in cui abbondano le fake news in particolare sul tema del clima.

La prevenzione dei pericoli dei cambiamenti climatici è una delle massime priorità dell'Unione europea.
Data l'urgenza della situazione e in considerazione della fragilità del territorio ALCOTRA in materia ambientale (consideriamo, per esempio, lo scioglimento repentino tra agosto e settembre del ghiacciaio Planpincieux in Valle d'Aosta), il rappresentante del programma ALCOTRA, Davide Perrone, ha ricordato come la sfida al cambiamento climatico non conosce frontiere ed è un problema di tutti.
È in questa prospettiva che una tavola rotonda transfrontaliera, animata da Luca Mercalli (meteorologo, noto divulgatore scientifico televisivo nonché presidente della Società meteorologica italiana), ha riunito i referenti per la pianificazione territoriale "qualità di aria e clima" delle regioni franco-italiane del territorio ALCOTRA per discutere delle attività svolte in ciascuna regione.

Hanno partecipanto:

  • Roberto Ronco, Direttore Direzione Ambiente, Governo e Tutela del Territorio - Regione Piemonte
  • Luca Franzoso, Coordinatore del Dipartimento Ambiente - Regione Valle d'Aosta
  • Cecilia Brescianini, Vicedirettore della Direzione Ambiente - Regione Liguria
  • Luc Satre, Presidente del Comitato Territoriale AIR (Ain Isère Rhône) - Regione Alvernia-Rodano Alpi
  • Hervé Champion, Responsabile Aria, Clima e Energia - Regione Sud PACA

Sebbene coprano un territorio molto ampio, i problemi ambientali e climatici all'interno del territorio ALCOTRA sono sostanzialmente gli stessi. È quindi importante riunire gli sforzi in questa direzione. Per questo, la standardizzazione dei dati e dei modelli climatici è essenziale. Solo allora può avere luogo un vero scambio di buone pratiche.
Impegnarsi nel miglioramento delle conoscenze sugli effetti dei cambiamenti climatici nello spazio transfrontaliero è una delle azioni di ALCOTRA, che attraverso progetti come CLIMA'ERA ma anche ARTACLIM, AdaPT Mont-Blanc, MITIMPACT supporta collaborazioni internazionali che richiedono investimenti costosi.
Tuttavia, è auspicabile una migliore considerazione dei risultati di questi progetti di ricerca nelle politiche pubbliche locali: è la conclusione condivisa dai partecipanti alla tavola rotonda di questo giovedì mattina.