L’evento annuale ALCOTRA 2019

pubblicato 23.09.2019

Il perché della collaborazione con l’UTMB 

L'Ultra-Trail del Monte Bianco (UTMB) è la corsa più prestigiosa del mondo: un'ambientazione leggendaria, un percorso ripido e un'organizzazione impeccabile rendono questo evento estremo una sfida unica e l'appuntamento più atteso della stagione nel mondo dell'ultra-trail.

Quest'anno, 10.000 concorrenti hanno percorso le sette gare classificate per livello di difficoltà e formato. Con 4104 corridori, la Francia è la nazione meglio rappresentata alla partenza delle varie gare durante questa settimana. Ma l'evento sta diventando sempre più internazionale anno dopo anno. Più di 100 nazioni segnano la partenza. Dietro la Francia, la Spagna (892 corridori), l'Italia (695 corridori), il Regno Unito (545 corridori) e la Cina (397 corridori) hanno gremito significativamente le fila di questi corridori dell'estremo che hanno attraversato i nostri confini.

Creato nel 2003, l'UTMB celebrerà presto il suo ventesimo anniversario. L'età della maturità. Ma l'evento non ha aspettato di invecchiare per farsi rapidamente un nome. Se l'UTMB ha successo, è anche perché l'impostazione è unica. La sua partenza e il suo arrivo da Chamonix, la capitale mondiale dell'alpinismo, nonché il circuito tracciato intorno al massiccio del Monte Bianco attraverso tre paesi (Francia, Svizzera, Italia) hanno contribuito in larga misura ad affermare la sua reputazione a livello internazionale. I più grandi specialisti di trail e ultra-trail concordano tutti sul fatto che questo è probabilmente il percorso più bello, che offre panorami unici ma anche tra i più tecnicamente vari, sotto lo sguardo del tetto del Europa (4807 m). L'atmosfera nelle strade di Chamonix all'arrivo è descritta come magica e l'organizzazione è nota per essere eccezionale.

In evoluzione in un ambiente fragile, l'UTMB ha fatto dell'ambiente una priorità. Come tale, continua a perseguire il suo impegno per l'ambiente e migliorare la gestione dei suoi rifiuti. Pertanto, l'UTMB affronta la sfida di combinare sport e rispetto per la natura.

La natura transfrontaliera di questo evento ha convinto il programma ALCOTRA a stabilire una partnership con l'UTMB. In effetti, l'organizzazione di azioni transfrontaliere in materia ambientale costituisce un vero valore aggiunto. Poiché l'ambiente non conosce confini, questi territori transfrontalieri devono essere aree di responsabilità e gestione comune degli ambienti naturali.

Infine l'UTMB ci ha permesso di vivere intense emozioni come solo lo sport può offrirci.

Il passaggio dei corridori a pochi metri dal tendone è stato un momento privilegiato che ha dato al Programma ALCOTRA l'opportunità di associarsi alla promozione di valori universali come l'equaglianza, il rispetto per le persone e l'ambiente, la mutua assitenza e la solidarietà che sono alla base dei progetti finanziati dal programma.

Leggi anche: