I programmi ALCOTRA, Interreg Marittimo e Med riflettono insieme sulle modalità di capitalizzazione nell’ambito della cooperazione territoriale (CTE)

pubblicato 30.11.2017

Il 16 novembre a Genova

Il 16 novembre 2017 a Genova si è svolto l’evento annuale del Programma Italia-Francia Marittimo 2014-2020. Questa giornata ha alimentato le riflessioni in corso sullo futuro della cooperazione transfrontaliera grazie ad un programma ricco di presentazioni da parte dei diversi programmi CTE (ALCOTRA, MED), della DG Regio, del programma Interact e di esempi di capitalizzazione.

In questa occasione Florence Baptiste, Responsabile del Segretariato Congiunto del Programma ALCOTRA di cui la Regione Auvergne-Rhône-Alpes è Autorità di Gestione, ha presentato le ipotesi di lavoro in termini di capitalizzazione tra i Piani Integrati Tematici (PITEM) e Territoriali (PITER) ALCOTRA e i poli tematici del programma Marittimo.

La cooperazione transfrontaliera riguarda le zone situate lungo i confini terresti e marittimi dell’Unione Europea. Intende eliminare le difficoltà e le carenze legate ai confini interni dell’Unione Europea, sperimentando e proponendo delle nuove forme di azioni pubbliche e di governance basate sulla cooperazione. Si tratta, quindi, tramite i programmi di cooperazione territoriali dedicati, di ridurre gli impatti negativi delle frontiere tra gli Stati grazie ad un uso mirato di una parte del FEDER (Fondo Europeo di sviluppo regionale).

Gli esempi presentati hanno permesso d’illustrare come, l'azione comune sulla stessa zona geografica, la ricerca di soluzioni condivise e la capitalizzazione delle esperienze positive permettono di consolidare la base dei servizi comuni ai cittadini europei ed ha un effetto leva determinante per le politiche di sviluppo economico.

In diversi momenti della giornata, gli interventi hanno sottolineato che la capitalizzazione non può essere soltanto limitata a mere azioni di comunicazione, ma deve anche valorizzare i benefici ed i risultati dei programmi CTE, con lo scopo di preparare il prossimo periodo di programmazione post 2020, assicurando l’identificazione, l’analisi, la diffusione, la condivisione e il trasferimento delle buone pratiche. L’evento del 16 novembre scorso à stato pertanto un momento importante tra i tre programmi CTE, MED, MARITTIMO e ALCOTRA operanti sulla frontiera franco-italiana terrestre e marittima, a sostegno della riflessione sul futuro della cooperazione transfrontaliera post-2020.

scarica qui la presentazione del programma alcotra